QUANTUM E FIBONACCI

Per unire il mondo quantistico a quello tradizionale, solo apparentemente così distanti, abbiamo osservato la natura e abbiamo scoperto che tutte le forme di vita si sviluppano seguendo un codice ben preciso, denominato sequenza di Fibonacci. Esso è presente ovunque, nel DNA, nella forma delle galassie, perfino nelle spirali di un girasole, tanto che il nostro cervello registra come “naturale” qualsiasi oggetto che contenga in sé tale codice, mentre interpreta come estraneo qualsiasi elemento che ne sia privo. Studiando a fondo questa sequenza, abbiamo scoperto che essa è il ponte che unisce la realtà̀ che vediamo ed il mondo dell’infinitamente piccolo, il mondo dell’energia e della fisica quantistica.

continua a leggere...

I più̀ recenti studi in seno a tale scienza, confermano che le persone hanno il potere di influenzare tutto ciò con cui entrano in contatto, modificandone le caratteristiche energetiche tramite pensieri, emozioni e passione. Noi lo sappiamo da sempre, ed oggi, grazie alle nostre ricerche, possiamo generare nel nostro vino ciò che fino a poco tempo fa era considerato fantascienza, un modo semplice ed unico affinché l’Energia Biomagnetica possa manifestarsi fisicamente in gusto e sapore. La vite come ogni altro essere vivente, è fatta di emozioni, ricordi e pensieri. Lei vive come noi, né più né meno. Se amata, apprezzata, valorizzata e rispettata, dà i suoi frutti sotto forma di regalo e non di forzatura.

IL RISPETTO

Nulla di più sbagliato, è considerare la vite come una proprietà da sfruttare ed impoverire o costringere a produrre secondo idee del tutto aleatorie al rispetto della vita vegetale. Non si cura la malattia con un’altra malattia, non si cura la paura con la paura, non si trasforma un problema con un altro problema. L’unico modo per salvare una vite malata è Amarla e, dare ad essa, ciò che necessita per curarsi da sola. Allora sarà felice e i suoi frutti saranno la risposta gentile del suo benessere. Per questo motivo noi dell’Azienda Luteraia, dapprima ci rivolgiamo alla vite in qualità di essere vivente e poi, come possibile creatore di uva atta a produrre i vini Luteraia e Lemuria.

continua a leggere...

L’autentico rispetto delle viti del nostro vigneto si rispecchia non solo a livello esteriore, a livello materiale, ma anche nel rispetto della sua vera natura. Tutto ciò che vive è composto nel suo stato atomico da un 99 % di Energia Biomagnetica e da un 1% di Energia Elettromagnetica, che comunemente percepiamo come Materia. Purtroppo, non è possibile distinguere questo tanto e prezioso 99 %, attraverso i nostri occhi, o le orecchie o il tatto, ma solo tramite un altro senso; un senso di semplice uso in un bimbo di 4 anni e quasi completamente assente in un adulto di 30 anni. Un modo del tutto nuovo di percepire la vita in ogni suo aspetto.

SESTO SENSO

Il Sesto Senso, è così che lo vogliamo chiamare, altro non è che l’utilizzo consapevole delle onde Theta del nostro cervello. Di solito tutti utilizziamo tali onde solo durante il sonno profondo e durante i sogni. Noi abbiamo scoperto come utilizzarlo anche nella vita diurna di tutti i giorni. A quale scopo? Per poter sentire realmente la completa essenza del nostro vigneto, di ogni singola pianta, di ogni grappolo di uva, di ogni bottiglia dei pregiati vini. Utilizzare il Sesto Senso non è difficile, basta lasciarsi andare, fidarsi del proprio sé interiore, iniziare a fantasticare, ad immaginare la vita in altri termini e allora all’improvviso si schiuderà di nuovo in noi, un modo del tutto nuovo e peculiare di percepire la vita in ogni suo aspetto.

continua a leggere...

Abbiamo imparato a percepire l’Energia Biomagnetica, detta anche Energia Vitale, all’interno degli atomi che compongono le viti, l’uva, il vino. Tale Energia priva di cariche elettriche è identica alla materia che compone i nostri sogni alle volte individuati come reali e concreti. Se quindi, utilizziamo le onde Theta per creare un sogno fatto di Energia Biomagnetica, allora abbiamo pensato di poter utilizzare tali onde anche per sentire e trasformare la stessa Energia Biomagnetica presente nel mondo diurno.

XENOLID BIOMAGNETICA

Da questo nuovo modello percettivo abbiamo iniziato a sentire ciò di cui le viti avevano bisogno, i loro stati d’animo, le loro profonde esigenze. Dopo numerose sperimentazioni in ambito di potatura invernale, potatura verde, prodotti non invasivi, siamo arrivati a generare un metodo del tutto singolare che rispetta la vite al 100 % per tutto il suo ciclo vitale. Abbiamo chiamato questo metodo AGRICOLTURA XENOLID BIOMAGNETICA. Cosa dire! Fantastico è come da un’idea e dall’osservazione quotidiana di mio padre che potava il vigneto con tutto il suo amore, siamo arrivati a generare un metodo del tutto nuovo e particolare nel suo genere.

continua a leggere...

Attraverso il Protocollo Xenolid Biomagnetica, alleviamo il vigneto unendo le migliori tecniche viticole tramandate da nonno Marino e papà Sergio, alla ricerca nel campo della Biomagnetica e dell’uso del Sesto Senso, di Andrea, unendo Fisica Quantistica a Tradizionalità. La fusione dei due metodi, permette di poter intervenire su molteplici aspetti del vigneto, come ad esempio malattie di vario genere in maniera totalmente differente. In questo modo, infatti, invece di influenzare le viti con prodotti ad alto contenuto distruttivo sia del sistema immunitario che energetico, si preferisce utilizzare un prodotto energeticamente incentivante e chimicamente naturale.

ANTENNE BIOMAGNETICHE

Il Protocollo Xenolid Biomagnetico prevede che il nostro vigneto sia perimetrato con delle antenne biomagnetiche chiamate Nautilus Power Gel in modo che si crei un nuovo campo vibrazionale al cui interno le leggi classiche della fisica subiscano delle alterazioni, per invece entrare in un mondo quantistico peculiare e oggettivamente molto più risonante con il rispetto del mondo vegetale in genere. Attraverso i Nautilus Power Gel è possibile monitorare le viti e poi le uve dapprima a livello energetico-biomagnetico e poi a livello materiale. Inoltre, attraverso questo particolare metodo di lavorazione quantistico-energetico, è possibile rigenerare in ogni pianta e poi sull’uva, la corretta vibrazione di energia vitale, cosicché le piante possano difendersi dalle malattie più comuni in totale autonomia.

continua a leggere...

Caratteristica principale dell’uso dei Nautilus Power Gel è la riduzione consistente dei danni nocivi generati dall’elettrosmog, dall’inquinamento elettromagnetico e dalle congestioni geopatiche attorno e dentro il Vigneto. Infine, sulla base delle leggi esposte in fisica quantistica e sulla base delle teorie del dott. Masaru Emoto, il Protocollo Xenolid Biomagnetico utilizza praticamente l’Entanglement Quantistico, la Risonanza Vibrazionale e l’influenza dei pensieri – emozioni sulle molecole d’acqua che compongono le Viti e l’Uva.

BIOSTIMOLANTE – PBC8

Da febbraio a settembre, fino a pochi giorni prima della Vendemmia, trattiamo regolarmente il nostro vigneto con un Biostimolante ad elevato contenuto Energetico Biomagnetico, ricostituente del sistema immunitario, fertilizzante, antiparassitario, antimuffa e che si chiama PBC-8. Tale prodotto dalle caratteristiche biostimolanti fa parte del Protocollo Xenolid Biomagnetico e permette di dare alla vite la possibilità di sfruttare al massimo ciò di cui è capace, senza impoverirla di sostanze necessarie, dopo ad esempio trattamenti chimici, fertilizzanti chimici o altri. Il PBC-8 ha molteplici funzioni, tra cui quella di rigenerare equilibratamente il 99% di Energia Biomagnetica presente nella vite, così che l’1% rappresentante la Materia, possa strutturarsi al meglio e sviluppare un Sistema immunitario efficace.

continua a leggere...

Inoltre, il PBC-8 ha la qualità di rigenerare a livello delle molecole di acqua presenti nella pianta o nel suo frutto, una certa elevata percentuale di una materia molto preziosa. Tale materia scoperta da noi del gruppo di Nautilus Xenolid, ha dato il nome al prodotto sopra menzionato, il PLASMA BIOMAGNETICO COLLOIDALE. Questo P.B.C. se presente in alte percentuali, dona al frutto qualità organolettiche particolari, tali che il sapore, la consistenza, la succosità e il gradiente zuccherino di un grappolo d’uva ad esempio, risultino completamente differenti da quelli di un’uva con un P.B.C. a bassa concentrazione in %. Un prodotto vivo nel vero senso della parola, che conserva in sé la Coscienza e l’Amore di come è stata allevata la Vite che ha generato poi il Grappolo Biomagnetico da cui è stato ricavato il Vino.